Esplora contenuti correlati

DECRETO RISTORI APPROVATO DAL GOVERNO – SINTESI

29 Ottobre 2020

DECRETO RISTORI APPROVATO DAL GOVERNO – SINTESI

 

  • Contributi a fondo perduto per le attività soggette a restrizioni e/o chiusure. Chi ha già ottenuto il ristoro previsto dal decreto Rilancio si vedrà accreditare la nuova somma, direttamente sul conto corrente, entro metà novembre.
    Chi farà domanda per la prima volta dovrà compilare la procedura online dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it) e riceverà il ristoro entro metà dicembre.
  • Requisito fondamentale: aver subito in aprile un perdita di fatturato pari ad almeno 1/3 rispetto allo stesso mese del 2019. Hanno diritto al ristoro gli esercizi aperti dopo il primo gennaio 2019, indipendentemente dalla perdita di fatturato. L’importo del beneficio varierà dal 100 per cento al 400 rispetto a quanto previsto con il decreto Rilancio, in funzione del settore di attività dell’esercizio.
    In ogni caso il contributo non può essere superiore a 150mila euro.
  • Nuove 6 settimane di cassa integrazione Covid da utilizzare tra il 16 novembre e il 31 gennaio da parte delle imprese che hanno esaurito le precedenti settimane di cig e da parte di quelle soggette a chiusura o limitazione delle attività.
  • Esonero dal versamento dei contributi previdenziali ai datori di lavoro (con esclusione del settore agricolo) per un periodo massimo di 4 mesi, fruibili entro il 31 maggio 2021.
  • Credito d’imposta sugli affitti per i mesi di ottobre, novembre e dicembre. Il relativo credito è cedibile al proprietario dell’immobile locato.
  • Proroga del blocco dei licenziamenti fino al 31 gennaio.
  • Cancellata la seconda rata dell’Imu (con scadenza 16 dicembre) per tutte le attività interessate dalle restrizioni.
  • Indennità di 1.000 euro per tutti i lavoratori autonomi e intermittenti dello spettacolo.
  • Proroga della cassa integrazione e indennità speciali per il settore del turismo.
  • 2 nuove mensilità di Reddito di emergenza
  • Indennità da 800 euro per i lavoratori del settore sportivo.

 

In allegato il decreto.

Allegati

File Dimensione del file
pdf DL-RISTORI-28-10-bollinato 1 MB
Condividi: