Esplora contenuti correlati

Tradizioni folcloristiche

Festa patronale di S. Terenziano: 1a domenica di settembre

La tradizione vuole che la sera che precede la festa patronale, dall’abitato di Capranica ci si rechi presso la chiesetta rurale dedicata al Santo, percorrendo rigorosamente a piedi il buio tragitto che per l’occasione è illuminato da fiaccole e lanterne. La serata, dopo una breve funzione religiosa, trascorre con intrattenimenti vari. Il giorno seguente la processione col busto del santo (al cui interno sono conservate reliquie di San Terenziano e san Biagio) percorre con la banda le vie del paese, accompagnata dai confratelli con veste verde e mantellina rossa. La processione termina alla chiesetta rurale di a lui dedicata.


Processione delle cocciarelle: sera dell’ 8 settembre

Questa processione nasce per commemorare la nascita della Madonna. È detta “delle cocciarelle” perchè in tale occasione gli artigiani del luogo vendevano terrecotte per le vie della processione. In tale occasione il Santo Patrono è trasportato presso il piazzale antistante la chiesa della Madonna del Piano, la cui facciata, per l’occasione, viene illuminata da molte candele che ne evidenziano suggestivamente le peculiarità architettoniche volute dal Vignola.


Madonna delle grazie: 2a domenica di maggio

L’antica statua della Madonna con in braccio il bambino Gesù, vestita con abito di stoffe preziose finemente ricamate e manto celeste trapunto di stelle, posta su di una antica ed artistica macchina processionale, percorre le vie del paese. Accompagnata dai numerosi confratelli dell’omonimo sodalizio religioso con veste bianca, mozzetta celeste e cordone, raggiunge la chiesetta rurale a Lei dedicata, situata a valle dell’abitato, accolta da fragoroso sparo.


Processione del Santissimo Crocifisso: 1a domenica di maggio

La processione, organizzata dall’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento, nacque per proteggere il paese dalle calamità: parte dal Duomo di Capranica, la Chiesa di San Giovanni, percorre le vie del centro storico medievale e della parte moderna del paese trasportando un Crocifisso ligneo del XVI secolo. Durante la notte che precede i festeggiamenti, a Piazza San Giovanni viene realizzata una splendida infiorata ad opera dell’Arciconfraternita.

Condividi: