Esplora contenuti correlati

RUBRICA ALLA SCOPERTA DI CAPRANICA: OGGI CONOSCIAMO “IL PONTE DELL’OROLOGIO”

11 Ottobre 2019

Il ponte dell’orologio. È ormai il simbolo di Capranica, uno stupendo e maestoso sfondo per le più belle manifestazioni che si celebrano da sempre. Porta del paese e del castello, fino al 1640 dotato pure di ponte levatoio. Fu il governatore card. Antonio Barberini, fratello del papa Urbano VIII, che fece costruire il ponte in muratura a conclusione della nuova strada Romana che immetteva nel borgo. Oggi siamo talmente abituati ad attraversare in fretta questo angusto passaggio, da non accorgerci di quanti piccoli richiami al passato ancora ci conserva questa vetusta costruzione. Sono al loro posto i cardini del pesante portone; il vano da cui scendeva la saracinesca di ferro; nello stipite sinistro si notano una serie di intagli paralleli sulla pietra a circa un metro da terra.

Le sentinelle che a quei tempi stazionavano sul luogo, ci potrebbero raccontare che nei lunghi momenti di pausa, affilavano su quella pietra arenaria le lame delle loro armi, lasciandoci quasi un messaggio del periodo che loro stavano vivendo. Proprio accanto è scolpita una piccola croce, (raccontava mia nonna) lasciata a ricordo di un brutto incidente in cui fu travolta una donna che stava transitando accostata al muro, proprio mentre un carretto trainato dal cavallo arrivava di gran carriera per superare la salita (come succedeva fino agli anni cinquanta).

Si diceva… una volta: “Vatti a buttà d’u ponte!  No!…Buttiti iò d’i merli che so’ più arti!”

Si ringrazia: Antonio Sarnacchioli

Condividi: