Esplora contenuti correlati

SABATO 7 SETTEMBRE AL TEMPIO ROMANICO DI SAN FRANCESCO “CASTRUM CAPRALICE E IL CASTELLO DI CAPRANICA NEL MEDIOEVO”

6 Settembre 2019

Dalla passione e l’interessamento delle nostre associazioni culturali, memoria storica di Capranica e instancabili traghettatori di conoscenza, nasce la giornata di studi che si svolgerà domani sabato 7 settembre nel Tempio Romanico di San Francesco dedicata al “Castrum Capralice e il Castello di Capranica nel Medioevo”.

 

Una occasione unica per riscoprire la nostra storia e apprendere i misteri delle bellezze che ci circondano. Una giornata dedicata alla conoscenza dei fatti, celati dietro queste nostre mura che ci sembrano così scontate e che ci ritroveremo immancabilmente a guardare con occhi diversi, forse con aria più sognante ma certamente più consapevole.

 

A guidare questo intenso percorso di studio le Associazioni Capralica 2000, Kimairah, Centro ricerche e Studi e Capranica Incoming.

 

E quale miglior modo di trascorrere il fine settimana che conclude le festività del nostro patrono, insieme alla Confraternita S.S.Terenziano e Rocco, che concederci un po’ del nostro tempo per indagare sulle radici di Capranica, e gli avvenimenti che l’hanno strutturata, trasformata e infine portata nelle vesti che tutti noi oggi conosciamo e amiamo.

La giornata si concluderà con il concerto di pianoforte di Lucrezia Liberati.

 

Pillole di storia

Un castello che non c’è, verrebbe da dire. Eppure, un occhio attento coglie facilmente la presenza, nel centro storico di Capranica, delle tracce lasciate dal castello dei Conti degli Anguillara. Una famiglia che ha segnato la storia capranichese per due secoli e che è stata fra i protagonisti della Tuscia nel tardo Medioevo.

 

Nell’inverno del 1337, ospitarono a Capranica il sommo poeta Francesco Petrarca. Per generazioni perseguirono una politica espansiva, fino ad entrare in contrasto con Papa Paolo II, le cui milizie li destituirono nel 1465. Successivamente, nel 1482, un altro Papa, Sisto IV, ordinò l’abbattimento del castello degli Anguillara di Capranica.

 

Per questo oggi ne ritroviamo pochi resti individuati con certezza, tracce inglobate nello sviluppo urbanistico successivo alla caduta degli Anguillara. Fortunatamente, però, l’Archivio Storico di Capranica e l’Archivio Notarile di Viterbo conservano numerosi documenti che consentono di indagare quale fosse la consistenza dell’edificio e la vita che vi si svolgeva intorno.

 

La ricerca e l’analisi di tali elementi è un lavoro lungo e impegnativo che richiede passione e competenze diverse. Per raccogliere e integrare gli studi svolti e le conoscenze raccolte finora, ma anche evidenziare le lacune e i percorsi di ricerca che potrebbero colmarle.

Condividi: